SEQUENZA DEI BRANI – Eseguiti dal “Coro S. Andrea“

Tutti i coristi presenti qui oggi,
vogliono trasportarci nel mondo suggestivo della musica,
con lo strumento più naturale che esista:
la voce umana.
Con le svariate note e le parole antiche e moderne
sperano di generare in ognuno di noi
un sorriso, un pensiero, un’emozione…

1 – Coral de jentrade

È un’antico canto carnico, di autore ignoto, che esprime la contrizione del penitente
che si avvicina al luogo sacro, come sentirete più con la melodia che con le parole… ma
conclude così:
Signore… ascoltatemi, Gesù… salvatemi… santificatemi…

01 Traccia 01 2

2 – O Crux Ave

Il genio della musica corale rinascimentale, Giovanni Pierluigi da Palestrina, rende
magistralmente con ‘O crux ave’, la contemplazione della Croce, nostra unica speranza,
in cui l’uomo confida per avere il perdono e la giustizia.

02 Traccia 02 3

3 – Maria Lassù

‘Maria lassù’: lo stesso De Marzi, commenta così:

Maria della semplicità…
Maria delle colline…
Maria delle case povere…
Maria delle parole non dette…
Maria dentro di noi, armonia senza timori…
Maria dai capelli neri, come le mamme che piangono nelle le strade di Gerusalemme…
Maria del tramonto…
Maria delle tenerezza e del coraggio…

03 Traccia 03 3

4 – Gerusalemme

Bepi de Marzi compone ‘Gerusalemme’ come omaggio a Palestrina sotto l’emozione
del ‘Pupole meus’, ed il canto, seppur profano, si fa sacro per la drammaticità del grido
di dolore e di rabbia espresso dall’autore, che vi richiama fortemente gli uomini, e non

solo, alla responsabilità e all’incoerenza delle loro azioni.

04 Traccia 04 3

5 – Improvviso

Dopo il tramonto, un’ombra azzurra avvolge il creato, il nostro bene…
Chi spegne il giorno, colora e conosce tutti i nostri sogni…
Ancora di De Marzi: ‘Improvviso’

05 Traccia 05 3

6 – Fiabe

I nostri giorni profumano anche di amori impossibili, fiabe improbabili di un attimo
intenso della vita.
Ma il tempo ricorda…
Forse le nostre fiabe rimangono vive, come anelli di stagioni, nei rami di un vecchio
gelso…
di Marco Maiero: ‘FIABE’

( Misura De Marzi il caro amico Marco Maiero, con queste parole:
‘armonia, intelligenza espressiva e slancio poetico, tutto ciò nelle sue ‘ballate’…
nella raffinatezza delle piccole frasi, con la ricerca di parole mai banali … e intorno è tutta
poesia…’ )

06 Traccia 06 3

7 – Regina Coeli

Ringraziandovi per aver ascoltato con attenzione il Vostro coro, con l’ultimo canto
cediamo volentieri il campo ai nostri ospiti, con il festoso ‘Regina coeli’ di Gregor
Aichinger;
è un inno alla Regina dei cieli, ed un invito ad essere lieti…

07 Traccia 07 3

Laura Mistruzzi

Castions, 12 Giugno 2011

Speak Your Mind

Tell us what you're thinking...
and oh, if you want a pic to show with your comment, go get a gravatar!

You must be logged in to post a comment.