Vuarfins di un pari vîf – Sot la nape

Ringraziamo Claudio Petris per averci inviato questo magnifico articolo della Società Filologica Friulana scritto da Elio Varutti, che parla della storia dell’Istituto San Filippo Neri poi Asilo Favetti.

Elio Varutti,Vuarfins di un pari vîf, “Sot la Nape”, 64 (2012), 4, pp. 41-46, rivista Società Filologica Friulana-Udine

Asilo Favetti – Cena Medioevale

L’avevamo detto… dopo la gita famiglia al castello di Castel Brando ci aspettava un altro tuffo nel passato: la Cena Medioevale. E così è stato!

Il tutto è avvenuto sabato 11 Giugno 2011.

L’area festeggiamenti della sagra di Cusano si è trasformata in una vera e propria “zona franca medioevale”. Non ci si poteva esimere: all’ingresso ad ogni mamma veniva fatta indossare una bellissima coroncina di fiori e ai papà una vera e propria corona ( di cartone… altrimenti si montavano la testa!!!) realizzate dalle mani esperte delle nostre insegnanti.

E poi…

la festa è iniziata.

Uno dei momenti più emozionanti è stato la consegna dei diplomi ad ogni bambino del Nido, sezione Primavera e Scuola Materna,

e poi…

indossati i mantelli fatti arrivare da Re Artù via al torneo di Camelot!

I nostri piccoli cavalieri si erano già molto allenati in asilo negli ultimi tempi ma hanno voluto che fossero i loro genitori a sfidarsi ed è stata sfida vera!

Il combattimento dei galli, la presa dello scalpo, la corsa con una gamba legata a quella di un altro compagno di squadra erano le prove da superare. C’è chi è caduto rovinosamente a terra ( senza conseguenze… nonostante l’età), chi ha cercato di barare e si è preso una penalità e c’è chi ha fatto vincere il Torneo di Camelot 2011 osannato dalla propria squadra!

e poi…

ecco improvvisamente ed inaspettatamente arrivare…. Re Artù! proprio lui in persona! Arrivato dalla lontana Camelot per fare festa insieme ai cavalieri medi, piccoli e grandi dell’Asilo Favetti. Dopo essersi complimentato per tutto il loro percorso fatto con i laboratori in Asilo ha chiesto con voce tonante: “Volete anche voi diventare cavalieri della Tavola Rotonda?” Un coro unanime di piccole ma potenti voci ha risposto: “Si!!!!!!” e allora estratta la spada ha provveduto all’investitura ufficiale!

e poi…

poi si è dato il via ai giochi preparati dal Comitato Genitori: il gioco dell’oca con pedine viventi e la ruota della fortuna con premi a volontà.

e poi…

finalmente tutti a tavola!

Prima dell’ingresso alla tavolata un semplice aperitivo per il brindisi.

Il colpo d’occhio delle tavolate era magnifico: le nostre mamme del Comitato, insieme alle maestre, avevano steso tovaglie bianche e arancioni, e posizionato  centrotavola di spighe ed edera a far risaltare gli originalissimi candelabri ( realizzati dai bambini con i rotoli della carta igienica). Al soffitto erano appesi altri candelabri a mo di lampadari e in un angolo era stato posizionato il caminetto di cartone sempre costruito dai bambini della materna durante i laboratori.

Il tavolo dei bambini dominava l’intero tendone con alle spalle un’altra delle loro magnifiche opere: il castello!

e dopo il brindisi, l’antipasto.

e poi..

ecco arrivare la zuppa del cavaliere in enormi pentoloni poggiati su carrelli spinti dai baldi papà del Comitato.

e poi…

improvvisamente si sono spente le luci e accompagnata dalle fiaccole è arrivata la carne allo spiedo, con tanto di patate e verdure fresche!

e poi…

ormai sazi, non poteva mancare, come in ogni cena medioevale che si rispetti lo spettacolo finale con protagonista il fuoco in danze, giocoleria ed infine sputafuoco.

e poi…

lo spettacolo regalato da Renato e Stefano, un artista di strada e un musicista, che i bimbi, scusate, i cavalieri del Favetti conoscono molto bene perchè hanno tenuto rispettivamente il laboratorio di Circo Teatro e di musica in asilo per tutto l’anno scolastico.

e poi…

beh, doverosi i ringraziamenti che qui ripetiamo: alle maestre, innanzitutto per la passione nel lavoro in asilo con i bimbi, per i progetti proposti, per la partecipazione attiva all’organizzazione di questa cena, a Stefano e a Renato per l’attenzione dimostrata ai nostri ragazzi, alle aziende che hanno donato i premi per i giochi (Salone Katia, Salone Fiorella, Salone Marzia, Fioreria Tolusso, Sapori Friulani, Tappezzeria Basso, Agrigrin, Bidon La Scarpa), a Favettilandia e a tutte le persone che hanno dedicato tempo, energie, idee, pensieri per questo evento e naturalmente a tutti coloro che allegramente vi hanno partecipato e hanno contribuito a creare un clima di allegria e convivialità.

Un grazie particolare a Re Artù ( Adriano Truant ) per la magnifica interpretazione e soprattutto per la disponibilità e pazienza!

Personalmente ho vissuto una grandissima esperienza con il Comitato Genitori  impegnativa si, ma anche molto costruttiva. La complicità e la coesione, dirette senza dubbio dagli ordini del “Comandante” (Simona), hanno fatto in modo che … le cose dovevano per forza andare bene.

ehi… ma scusate… mi sto dilungando troppo…

ci sono ancora le torte e il caffè… e poi…

buone vacanze a tutti!

per Favettilandia
Stefano Borean

Cena Medioevale Favetti 2011