Sindrome di DRAVET – Raccolta Fondi.

locandina-dravet-castions

La raccolta fondi si terrà

Sabato 29 ottobre 2016 dalle 8:30 alle 12:30 in Piazza G.M. Toscano – Castions di Zoppola (PN)

Domenica 30 ottobre 2016 dalle 8:30 alle 12:30 presso la Chiesa di Sant’Andrea – Castions di Zoppola (PN)

#biscottiX1cura

La raccolta fondi è finalizzata al sostegno di un progetto di ricerca scientifica per la Sindrome di Dravet.

La Sindrome di Dravet è una rara e grave forma di epilessia farmacoresistente associata a disturbi dello sviluppo neurologico che insorge nel primo anno di vita di bambini apparentemente sani.

Ad oggi non esiste cura.

Il progetto di ricerca sarà realizzato dal Dr. Broccoli, Primo ricercatore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e Capo dell’Unità di ricerca sulle “Cellule Staminali e Neurogenesi” dell’Ospedale San Raffaele di Milano, e prevede lo sviluppo di una piattaforma da utilizzarsi per l’analisi di svariati composti farmaceutici al fine di identificare composti, potenziali cure, capaci di modificare l’attività del gene Scn1a la cui mutazione è alla base della malattia.

Il progetto si caratterizza per la sua elevata qualità scientifica in quanto scelto dall’Associazione nell’ambito di una ristretta selezione preliminare effettuata, secondo le migliori prassi internazionali, da una commissione scientifica indipendente e priva di conflitti di interesse.

L’Associazione Gruppo Famiglie Dravet è nata dalla volontà di un gruppo di genitori con lo scopo di promuovere, stimolare e sostenere la ricerca scientifica sulla malattia e migliorare in ogni modo possibile la qualità di vita di tutte le famiglie che ne sono colpite.
Per ulteriori informazioni visitate il nostro sito web www.sindromedidravet.org .

Se desideri contribuire concretamente alla realizzazione del progetto puoi rivolgerti a Emanuela Galvanin, volontaria autorizzata dall’Associazione per il Comune di Zoppola (PN).

Con una donazione di euro 5,00 riceverai un sacchetto di biscotti, da sempre simbolo della nostra raccolta fondi.

Grazie di cuore per l’attenzione! .

Simona Borroni

Il Presidente
Gruppo Famiglie Dravet Onlus

VIA FONTANIVE E CAOMERCATO INSIEME PER LA 13° VOLTA!

Domenica 9 Settembre 2012, 130 abitanti e simpatizzanti di Via Fontanive e di Via Cao Mercato si sono riuniti, come oramai di consueto, per l’ annuale “Pranzo delle vie” sopra citate.
Quest’ anno il menù comprendeva delle sfiziose particolarità culinarie, tra cui porchetta e diversi formaggi fatti in mattinata da due casari in pensione proprio sul piazzale della falegnameria Pellegrini.
Dalle ore 9:00 del mattino i gentilissimi casari hanno preparato formaggio fresco “tipo Montasio” per l’ antipasto, ricotta fresca per il dolce e burro.
Un’ idea alternativa, interessante, saporita e allo stesso tempo tradizionale!
Ringraziamo vivamente gli organizzatori di questa festa, che ci permettono di passare una giornata in compagnia di chi salutiamo ogni giorno passando per la via!

Per A Castions
Pellegrini Arianna

 

Escursione in VAL ROSANDRA (Trieste) – Gruppo Amici della Montagna

Ecco il programma dettagliato dell’escursione.

Sabato 2 Giugno 2012
7:30 – Partenza in auto da Castions (Piazza M.Toscano) per Palmanova (ingresso in autostrada), Trieste-Lisert, superstrada, uscita a Bagnoli. Km 105. Parcheggio auto.
8:45 – Inizio escursione su strada fino a Bagnoli Superiore, poi per sentiero 1, 25 e 13 passando per il Cippo Comici e la chiesa di S.Maria in Siaris. (facoltativo).
11:00 – Arrivo all’abitato di Bottazzo, pranzo al sacco.
14:30 – Ritorno alle macchine transitando per il tracciato della vecchia ferrovia e la Vedetta di Moccò
17:00 – Rientro a Castions.

L’escursione si svolge su sentiero privo di difficoltà (ad eccezione della deviazione per il cippo Comici e alla Chiesa di S.Maria in Siaris, dove il sentiero si fa più ripido ed articolato). Dislivello complessivo circa 400 m.; tempo di marcia 3.30; lunghezza del percorso circa 8 km.
Per informazioni e adesioni: Renato Bertoia tel. 0434 899394 / Renato Nonis tel. 0434 574314
Rammentiamo l’importanza di un abbigliamento adatto alla montagna e un comportamento corretto nel rispetto dell’ambiente.

per A.Castions
Renato Nonis

 

 
Amici della montagna Castions – Val Rosandra 2012

Festa di Pentecoste 2012

Carissimi amici,
come ben sapete, domenica 27 maggio 2012, nella nostra parrocchia si celebra la Festa di Pentecoste,
La manifestazione, oltre che dare risalto alla parte religiosa della festa (a Castions è una ricorrenza dalle radici antichissime, del tutto particolare e originale rispetto alle altre parrocchie della diocesi), ha lo scopo di far conoscere e valorizzare il canto corale nella sua espressività, promuovendo concerti corali e incontrando altre formazioni canore.
Pertanto, in questo contesto, segnalo il programma per domenica 27 maggio:

– ore 10,00 Messa Cantata

– ore 18,00 Concerto di Pentecoste

Di seguito Vi allego i file con la “locandina” e il “pieghevole” con il programma del concerto.

Ciao e grazie.
Romano

Corale Sant_Andrea – Locandina Pentecoste 2012

Corale Sant_Andrea – Rassegna Del 27-05-2012a

FESTA DEGLI ALBERI – Ass. Castellana

Festa degli Alberi

Gruppo Amici della Montagna – Programma Escursioni 2012

Salve,

vi segnalo il programma delle escursioni del Gruppo Amici della Montagna.

per A.Castions
Renato Nonis

Amici della Montagna Castions – Programma 2012

Arte IN Mercato – Evento Finale

Salve, vi segnalo l’evento di chiusura della mostra Arte IN Mercato che si
terrà domenica in casa Costantini.
L’evento è promosso dall’associazione amici della galleria civica d’arte Celso
e Giovani Costantini.
In allegato la presentazione dell’iniziativa.
Mandi!

per A.Castions
Lindo Pagura

Evento Finale – Arte IN Mercato

RICORDO DI MARCELLO PELLEGRINI

Il 21 gennaio 2012 è mancato all’affetto dei suoi cari e della numerosa famiglia degli Alpini di Castions, il socio Marcello Pellegrini.
Nato a Castions il 21 luglio 1932, primo dei fratelli Giovanni, Felice e Bruna, ha incominciato subito fin da adolescente a lavorare nella falegnameria fondata dal padre Vittorio, seguito a ruota proprio dai nominati fratelli.
Nel 1953 viene arruolato nell’8° Alpini, Btg. Tolmezzo e quindi sarà partecipe di tutti gli allarmi e le vicissitudini che impegneranno l’Esercito italiano nella controversia per riunire Trieste all’Italia.
Alla fine tutto andrà per il meglio, Trieste sarà italiana senza colpo ferire e addirittura il suo scaglione potrà godere di un congedo anticipato.
Alla morte del padre avvenuta nel 1966, assume il comando della fabbrica, che nel frattempo si era allargata e diventerà famosa nella zona per la costruzione di serramenti.
Durante questo importante periodo della sua vita, anno 1956, si è sposato con Franca Pagura dalla quale ha avuto quattro figli; tre maschi: Omero, Walter e Ilario, punti di forza del nuovo assetto manifatturiero ed Edes, dottoressa in medicina.
Alla guida della fabbrica non era solo: ogni decisione importante veniva presa assieme ai fratelli e, spesso alla sera, finito il lavoro giornaliero li si poteva trovare a discutere e decidere sul lavoro previsto per i giorni successivi.
Marcello si è fatto apprezzare per il suo alto senso dell’amicizia, per la sua socievolezza e generosità.
Ciò lo ha portato a sostener le più importanti iniziative che sono sorte all’interno del tessuto sociale castionese: socio delle Cooperative agricole per 50 anni, socio sostenitore della Società Sportiva Doria, membro del Coro Alpini e del Consiglio del Gruppo Alpini per diversi anni.
Come scritto sopra, la sua socievolezza e generosità, aiutate da un fisico possente gli hanno permesso di dare una mano importante nell’allestire feste e sagre. In particolare chi scrive, lo ricorda arrivare “alla baita” (edificio della trebbia) con un carretto carico di assi destinate alla preparazione del banco mescita. Nel giro di un paio d’ore tutto era pronto a puntino, e allora si poteva stappare la prima bottiglia di vino della sagra.
Con questo bel ricordo, lo vogliamo salutare e con lui tutti i suoi cari: moglie, figli, fratelli, nipoti, ai quali siamo felici di essere legati da quel grande senso dell’amicizia che ci ha tramandato il caro Marcello.

Per il Gruppo Alpini – Giorgio Rosin

20120410-230800.jpg

Salute e generosita una serata nel ricordo di Nadia Lecinni

L’Ospedale di Pordenone ( il reparto di terapia intensiva), l’AIDO provinciale e regionale, il Lions Club di Sesto al Reghena  e i famigliari hanno pensato in primis e poi organizzato una serata medica di approfondimento denominata “ l’importanza di un dono”  ( tema trattante la donazione degli organi.) in ricordo di  NADIA LECINNI.

 

 
AIDO – importanza di un dono

IL LAVORO PREZIOSO DALLA COMMISSIONE CARITA’

Le difficoltà di questi tempi hanno maggiormente evidenziato il problema dalla povertà di tante persone. Diventa quindi più decisiva la nostra presenza operosa con aiuti concreti.

A tale riguardo, vorremmo informarvi sull’operato della commissione carità.

Nove sono i componenti della commissione e svolgono i seguenti compiti:

Visita ai malati in particolare nelle ricorrenze di Natale e Pasqua. La visita viene accompagnata da un pensiero augurale a nome di tutta la comunità parrocchiale;
volontariato alla casa di riposo;
raccolta indumenti da destinare a persone bisognose (due volte l’anno); Distribuzione borse spesa a persona che vivono nel nostro territorio e sono in difficoltà finanziarie;
raccontato banco alimentare (gli alimenti raccolti vengono in seguito distribuiti sul territorio a famiglie bisognose);
preparazione festa anziani in collaborazione con altre commissioni.

Alcune componenti della commissione carità sono presenti anche al punto di incontro Caritas dell’Unità Pastorale delle parrocchie del comune, che ha sede a Zoppola, accanto alla casa canonica. Presso questo punto Caritas, ogni sabato dalle 15.00 alle 16.00 ci svolgono le seguenti attività:
ascolto delle famiglie e dei singoli, immigrati e italiani;
distribuzione borsa spesa;
distribuzione indumenti, oggetti per la casa e mobili, diffusione di informazioni in merito alle risorse dal territorio;

Inoltre si tengono:
contatti con o la Caritas Diocesana per l’attivazione del fondo diocesano dedicato alle persone con difficoltà economiche e accompagnamento delle stesse;
contatti con i servizi sociali comunali per situazioni emergenziali di bisogno;
incontri periodici di verifica e confronto tra volontari.

Le “entrate” sono costituite da offerte, compartecipazione delle famiglie che offrono oggetti e mobili, ricavato raccolta ferro, i prodotti provenienti dal Banco Alimentare (2172 kg).
Le “uscite” sono costituite da acquisto ulteriore di alimenti (1419 kg), sostegno mirato per pagamento bollette o prodotti per neonati.

Per la commissione Carità:
Pagurut Angela e
Furlanetto Carla

Pagina successiva »